News della settimana

News

*gli orari degli appuntamenti fanno riferimento al fuso orario italiano

Dati Rilevanti

BRENT*spot: 86.3 $/bbl (-3.9%)                                                                                                               EUR/USD: 1.2757 (+ 0.9%)                                                                                                                              *Valori di apertura lunedí.

BRENT Swap Dec 14: 94.09 $/bbl                                                                                                               BRENTn cal 2015: 70.6 €/bbl                                                                                                                          *Valori di mercato registrati lunedí alle 12.30 Italia.

 

ICE BRENT

Resistenze: 88.55 – 91.6- 95.5

Supporti: 83.5 – 76.3.5 – 71.7

Analisi Brent

* Brent $/bbl: grafico giornaliero della prima linea (Fonte Reuters)

Settimana di ribassi per la prima linea del Brent che continua  a scambiare sui minimi sperimentati nel lontano 2010.

Lunedi le contrattazioni hanno scambiato per tutta la sessione al di sopra della resistenza posta a 88.55 $, consuntivando un delta prezzo di un dollaro in seguito alle dichiarazioni dei produttori del Medio Oriente che hanno confermato un forecast espansivo lato offerta, nonostante il calo della domanda di prodotti petroliferi.

Durante la giornata di martedí le quotazioni si sono spostate di circa una figure con una variazione di oltre tre dollari dopo un tentativo mal riuscito di recupero dai valori minimi.

Scorte Petrolio EIA

EIA: scorte settimanali di crude oil USA

Il punto piú basso é stato peró sperimentato nella sessione di giovedí, giorno di rolling del futures di novembre. La prima linea ha toccato 82.6 $ per poi ritracciare il movimento in chiusura, in seguito ai realizzi degli investitori che hanno parzializzato le proprie posizioni in vista della scadenza della contratto prima linea.

Venerdí i prezzi del futures di novembre hanno mantenuto un gap di circa un dollaro e mezzo rispetto al last della sessione precedente, con scambi all’insegna della stabilitá e pochi stravolgimenti degli equilibri in corso.

Ieri le quotazioni si sono portate nuoamente al di sotto degli 86 $ al barile come conseguenza delle preoccupazioni legate a un continuo incremento dell’offerta non supportato adeguatamente dalla domanda.

In data odierna i prezzi del Brent hanno invece subito un’ impennata supportati dalla domanda provienente dalla Cina. La violazione della trend line ribassista, ha messo sull’attenti gli investirori in merito a un possibile cambio di direzione. Nel breve periodo é possibile attendersi un ritracciamento con primo target posizionato a 88.55 $. In caso di violazione a rialzo di tale livello, l’estensione potrebbe riportare gli scambi a 91.5 $.

EURUSD

Resistenze: 1.276- 1.296 – 1.314

Supporti: 1.268- 1.249- 1234

EURUSD

* EUR/USD: grafico giornaliero del cambio (fonte Reuters)

Il mercato dei cambi nell’ ottava trascorsa sembra essersi preso una pausa di riflessione tanto da essere caratterizzato in prevlenza da movimenti erratici. L’euro-dollaro ha evidenziato una fluttuazione gestita: se da una parte i titoli governativi statunitensi decennali hanno mostrato un rally portentoso quasi mai visto prima, il dollaro ha tentennato, tentando addiritura di svalutarsi e ritracciando buona parte del movimento dei giorni precedenti. Il quadro grafico dell’ EURUSD non pare comunque essere cambiato particolarmente, se si esclude un abbassamento ulteriore della media mobile a 50 giorni.

Durante la sessione appena trascorsa la coppia EURUSD ha ritracciato il movimento avvenuto in chiura settimanale mantendendosi al di sopra del supporto posto a 1.2755. Oggi le contrattazioni hanno invertito ancora una volta il segno cancellando il delta variazione accumulato.

L’indice RSI si trova attualmente nella zona di neutralitá (46). Il trend ribassista sembra non aver ancora esaurito il suo corso e l’attuale forza del dollaro potrebbe portare a nuovi ribassi.

Il primo supporto rilevante é individuabile a 1.2685 ma il movimento potrebbe portare nuovamente a sperimentare il minimo relativo a 1.249.

 

Indice Brent 9.1.1 (valore medio Cal 2015)

Brent 9.1.1

* Brent 9.1.1 cal 2015: valore di mercato (€/bbl). Rilevazioni giornaliere 12.30 (Italia)

Durante  la settimana appena trascorsa, anche le quotazioni del valor medio dell’indice Brent 9.1.1. si sono portate sui valori minimi, supportati dalla corsa a ribasso del petrolio e da un cambio EURUSD in leggero ritracciamento. Per le prossime sessioni é previsto un incremento dei prezzi una colta confermate le ipotesi di inversione del trend discendente della prima linea del Brent.

Per la settimana in corso é possibile che si assista ad un ulteriore ritracciamento a ribasso sul valor medio.